La bibliologia e le sue curiosità

La bibliologia è una scienza che studia il libro nella sua materialità. Non il contenuto quindi, ma la fattezza fisica come se fosse una scultura. La copertina, il dorso, la rilegatura, il carattere, le annotazioni ci danno una marea di informazioni, che gli studiosi colgono da particolari che sfuggono ai più.

La disciplina è tornata in auge in questi giorni a causa del dibattito che sta suscitando il libro dello scrittore francese Houellebecq, edito in Italia dalla Bompiani, dal titolo deciso: “Sottomissione”. La trama è ambientata in una Francia “molto prossima, dove il partito dei Fratelli Musulmani ha vinto le elezioni, sconfiggendo al ballottaggio il Fronte Nazionale di Marine Le Pen… Quando il partito guidato da Mohammed Ben Abbes va al governo, molti professori ricevono una lettera di pre-pensionamento. Le nuove università, finanziate dal denaro degli sceicchi, prevedono corsi “orientati” e tenuti da insegnanti maschi musulmani. Le donne scompaiono. Vengono allontanate da qualsiasi lavoro e incentivate a lasciare la scuola prima del liceo. Per strada non si vedono più gonne e minigonne, ma pantaloni e lunghe camicie informi…(leggi la  recensione tratta dal sito di Repubblica).

Insomma, ce n’è abbastanza per far discutere e animare, e infatti il libro è primo in classifica questa settimana. Ma a interessare i bibliologi è una particolarità: la copertina dell’edizione Bompiani è sostanzialmente simile a un’altra copertina, quella del libro di Silvia Ballestra – I giorni della Rotonda – edito nel 2009 dalla Rizzoli, che fa parte dello stesso gruppo editoriale di Bompiani, ossia Rcs.

“Gli editori (che pure spesso hanno le idee confuse) e i lettori sanno che una copertina non è l’immagine che la abita  – afferma smorzando la polemica Paolo Zaninoni, direttore editoriale della Garzanti sul portale Il libraio. Tra la volpe un po’ minacciosa un po’ guardinga di Houellebecq e le evoluzioni festose e al tempo stesso ossessive delle volpi di Ballestra corre una bella differenza. Senza dimenticare che, con il ciclo di vita di una novità attestato ormai intorno ai sei mesi, le probabilità che i due romanzi atterrino sullo stesso scaffale di libreria sono abbastanza minime” (leggi l’articolo tratto da meltybuzz.it).

In ogni caso, è stata una buona occasione che ci ha portato a parlare di bibliologia.

SottomissioneCopertinaballestra

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...